Sistemi di Telemonitoraggio: un vantaggio per pazienti, anziani e SSN.


I sistemi di telemonitoraggio, nella sanità digitale, rappresentano una soluzione fondamentale per supportare gli anziani e i malati cronici sia in ambito sanitario che assistenziale e riabilitativo, e per sostenere l’invecchiamento della popolazione.

Con il distanziamento sociale, le limitazioni di movimento dovute all’emergenza covid e il conseguente aumento delle patologie legate alla sedentarietà, la necessità di un utilizzo diffuso di soluzioni online per monitorare da remoto i soggetti fragili è ancora più sentita.

Cos’è il telemonitoraggio

Il telemonitoraggio domiciliare è una soluzione tecnologica che permette di monitorare da remoto lo stato di salute dei pazienti che si trovano al proprio domicilio grazie a dispositivi connessi in rete e a sistemi di condivisione dei parametri clinici rilevati. Si rivolge ai sanitari che hanno in cura pazienti deospedalizzati o malati cronici, spesso anziani, che necessitano di seguire una terapia di lungo periodo e che quindi devono essere monitorati nel tempo.

I parametri, rilevati dal paziente in piena autonomia, ad esempio mediante dispositivi indossabili, sono trasmessi in automatico a una centrale operativa e condivisi con il team di cura in tempo reale, permettendo di tenere costantemente sotto controllo l’evoluzione della patologia.

Il monitoraggio remoto, costante e proattivo, permette di verificare l’appropriatezza della terapia e la corretta assunzione dei farmaci. In caso di anomalie dei parametri rilevati, il sistema avvisa in automatico il personale sanitario, che può intervenire rapidamente e adeguare la cura.

telemonitoraggio - assistenza pazienti da remoto

Vantaggi e benefici dei sistemi di telemonitoraggio

Per il paziente:
il paziente si sente al sicuro e seguito anche da casa. Grazie alla connected care, è stimolato nel seguire la terapia e adottare corretti stili di vita. Inoltre, è più autonomo nella gestione della propria condizione.

Per i familiari
I familiari e i care givers, possono contare sul presidio costante delle condizioni di salute del proprio congiunto da parte del personale sanitario, con la certezza che eventuali acuzie o anomalie verranno tempestivamente rilevate e affrontate.

Per gli operatori sanitari
Il fatto di monitorare i parametri a domicilio, permette agli operatori sanitari di operare in smart working come dalla centrale operativa dell’ospedale e, allo stesso tempo, monitorare più pazienti.

Per il SSN
il telemonitoraggio permette di diminuire gli accessi al Pronto soccorso e il sovraccarico delle strutture. Inoltre, permette di riservare gli accessi domiciliari a chi ne ha effettivo bisogno. Grazie alla teleassistenza remotizzata, è più semplice contenere il contagio tra sanitari, pazienti e familiari.

Per l’ambiente
Spostare i dati (e non i pazienti o i medici), permette di ridurre il traffico e le immissioni di CO2.

Telemonitoraggio multicanale: la piattaforma Sm@rtHealth®

La soluzione multicanale Sm@rtHealth® di I-Tel permette di gestire, coordinare e mettere a sistema un insieme di servizi digitali per la prevenzione, l’assistenza da remoto e la cura dei pazienti.

Dalla televisita, all’integrazione con i dispositivi wearable, ai chatbot e alle app, semplifica la gestione dei servizi a sostegno delle famiglie per curare (e prendersi cura) di anziani, malati cronici e persone fragili.

Sm@rtHealth®, un’unica piattaforma multicanale per:

  • supportare il personale sanitario nella definizione dei piani assistenziali
  • interagire con i pazienti su più canali (videochiamata, SMS, telefono, chatbot, app, mail …)
  • rilevare parametri clinici a distanza, anche mediante dispositivi medici
  • favorire il teleconsulto tra operatori sanitari
  • realizzare e gestire centrali operative di monitoraggio

Telemonitoraggio e soluzioni IoT a supporto degli anziani

Il telemonitoraggio, come connessione diretta con la propria rete familiare, oltre che sanitaria, può essere considerato anche un valido strumento di assistenza agli anziani.

I dati ISTAT riferiti al 2019 parlano di oltre 7 milioni di anziani over 75 in Italia. Spesso vivono soli, hanno patologie croniche e limitazioni nelle attività quotidiane. L’interconnessione tra oggetti intelligenti (IoT) e la comunicazione multicanale (via app, chatbot, sms, video chiamata…) ne garantiscono il monitoraggio e facilitano la comunicazione, con avviso tempestivo in caso di caduta o eventi spiacevoli.

Il sistema Famil.Care per la sicurezza degli anziani

Tra le tecnologie utili a garantire la sicurezza degli anziani nella gestione della quotidianità, segnaliamo Famil.Care, una soluzione progettata proprio per supportare le persone fragili in caso di cadute o malori improvvisi.

Si tratta di un sistema salvavita sviluppato da Easy Life, una realtà che abbiamo conosciuto recentemente e che riteniamo particolarmente interessante.

Il sistema Famil.care, infatti, è pensato proprio per la sicurezza delle persone durante le normali attività quotidiane. In caso di emergenza, permette di chiedere aiuto e attivare la propria rete di familiari e amici fino, se necessario, a contattare direttamente il 112.

Tra gli effetti positivi, Famil.Care, garantendo totale sicurezza anche in emergenza, migliora non solo la qualità di vita dell’anziano, ma anche dei familiari che intendono averne cura pur in carenza di tempo.

Famil.care

Come funziona famil.care sicurezza personale?

Il sistema è composto:

  • dall’app Famil.care da installare sullo smartphone
  • dal Pulsante Salvavita, da indossare sempre al collo

Famil.care permette di inviare chiamate e messaggi di emergenza ai contatti precedentemente inseriti nella Rubrica dell’app.
In caso di caduta, il Pulsante Salvavita invia automaticamente messaggi di emergenza alla rete di sicurezza. Nei messaggi SOS sono inviate le coordinate del luogo in cui recarsi, per garantire un pronto intervento.

Nel caso in cui nessuna persona, all’interno della rete di sicurezza, possa intervenire, è possibile affidare l’intervento di assistenza direttamente al 112. L’app invia automaticamente le coordinate GPS e la tipologia di emergenza rilevata al centro nazionale di emergenza, che mobiliterà immediatamente i soccorsi.

Grazie alla collaborazione con il 112, l’anziano potrà ricevere soccorso rapido anche quando nessun parente o amico può aiutarlo.

Telemonitoraggio e innovazione per prendersi cura delle persone

Grazie all’innovazione tecnologica e a soluzioni che risolvono da remoto la sicurezza, la gestione della salute e la quotidianità delle persone, il paziente cronico, così come l’anziano, beneficiano di un monitoraggio costante, nel pieno rispetto della propria autonomia e dell’organizzazione di tutta la famiglia.