• I-Tel

Telemedicina in Italia: a che punto siamo? Intervista a Sergio Pillon

Investire in telemedicina: perché? Entro il 2045, la percentuale di anziani in Italia salirà al 32%. Siamo uno dei paesi più longevi al mondo. Per sostenere il SSN nel lungo periodo e garantire standard di qualità, la telemedicina e le tecnologie abilitanti saranno la soluzione. Quindi: spostare i dati, non i pazienti. Prendersi cura, non solo curare. Ma a che punto siamo in Italia?

Ne abbiamo parlato con il Dott. Sergio Pillon, Coordinatore della Commissione Tecnica Paritetica per lo sviluppo della Telemedicina Nazionale, che ci ha gentilmente rilasciato una video intervista:



Il ruolo delle tecnologie di telemedicina, teleassistenza e telemonitoraggio nella lotta al Covid-19

  1. Lotta al Covid-19: soluzioni digitali per assistiti e sanità | Infografica

  2. Telemonitoraggio domiciliare per pazienti Covid-19 in isolamento fiduciario: il nostro sistema in uso nelle realtà sanitarie

I progetti di telemedicina di cui I-Tel è partner:

  1. S.O.S. Smart Ostomy Support, Connected Care per la cura a distanza del paziente stomizzato

  2. La telemedicina nella gestione da remoto dei malati cronici: il progetto del Centro Cardiologico Monzino