Le tecnologie digitali che aiutano a gestire al meglio il nuovo obbligo vaccinale


Migliorare la gestione del servizio vaccinale grazie a soluzioni di interazione digitale multicanale

Il nuovo Piano di Prevenzione Vaccinale e la legge n.119/2017 suggeriscono l’adozione di buone pratiche per la gestione del servizio vaccinale finalizzate a:

  • informare sull’importanza della prevenzione
  • migliorare l’adesione ai programmi vaccinali regionali
  • semplificare le attività di prenotazione/conferma/spostamento vaccinazioni

La macchina organizzativa è ormai partita ma, soprattutto agli esordi, presenta alcune criticità a volte complesse da gestire: affollamenti presso le strutture Asl, questioni di privacy, prassi organizzative, richieste di informazioni… Crediamo che la priorità numero uno, per superare le difficoltà e garantire l’attuazione ottimale dei precetti normativi, sia nel “semplificare” le modalità stesse di interazione tra cittadini e strutture pubbliche attraverso la Multicanalità.

L’adozione di soluzioni tecnologiche garantirebbe diversi vantaggi:

  • strutture sanitarie che erogano servizi in multicanalità
  • Servizi gestibili in modalità non presidiata (invio comunicazioni automatiche tramite telefono, sms, mail, chatbot e app)
  • invio inviti in formato digitale (e non più cartaceo)

Il nostro speciale modulo Sm@rtVax, specifico per i vaccini e attivabile all’interno della piattaforma di sanità digitale e telemedicina Sm@rtHealth®, rappresenta un esempio concreto di quanto oggi si possa fare nelle tante Aziende Sanitarie italiane – in special modo per quelle che già utilizzano il modulo Sm@rtRecall per le comunicazioni automatiche interattive.

In fatto di sanità digitale e prevenzione vaccinale, quali sono dunque le strade oggi percorribili in Italia?

Guarda l’infografica:

le soluzioni tecnologiche che garantiscono una migiore gestione del servizio vaccinale