AO Padova sceglie Sm@rtRecall per ridurre le liste di attesa


Trasformare una criticità in un valore aggiunto per il cittadino e l’Azienda Ospedaliera.

Il problema delle Liste di attesa in Sanità è spesso aggravato dal fatto che molti cittadini non  si presentano all’appuntamento per effettuare la prestazione prenotata. Magari per dimenticanza, visti i lunghi tempi di attesa. Il fenomeno si chiama “no show” e a volte si tenta di risolverlo con un over booking di prenotazioni.AOPadova

Non così l’Azienda Ospedaliera di Padova che ha scelto, e a ragione, la via dell’innovazione. Per far fronte a un no show del 10% e ridurre le liste di attesa, ha puntato sulla Sanità Digitale per favorire l’Empowerment del paziente.

A.O. Padova ha scelto, infatti, di innovare il processo delle prenotazioni  e trasformarlo in un circolo virtuoso in cui è lo stesso cittadino che, a fronte di servizi migliorativi, è chiamato di volta in volta a confermare o disdire l’appuntamento. Grazie al sistema di e-Health Sm@rtRecall, infatti, l’AO di Padova chiama in automatico i pazienti qualche giorno prima dell’appuntamento e ricorda loro tutti i dettagli della visita (giorno, ora, reparto, …). Sempre in automatico (quindi senza operatore), il sistema chiede al cittadino di confermare o cancellare l’appuntamento.Le visite cancellate sono immediatamente messe a disposizione del CUP per nuove prenotazioni.

A soli 6 mesi dall’avvio e su calendari speciali di prenotazioni, il no show è già sceso del 3%. Un dato importante se si pensa che il sistema è partito a ridosso dell’estate (giugno 2015) e al momento solo su una parte di prestazioni (c.d. calendari speciali).

Sm@rtCupRecall_def