La reingegnerizzazione della piattaforma I-Tel: modularità e interfacce conversazionali


La re-ingegnerizzazione della piattaforma software Sm@rtSuite di I-Tel verso una struttura modulare, con miglioramento dell’interazione uomo–macchina attraverso l’integrazione di interfacce conversazionali. Un progetto realizzato in collaborazione con l’Università di Bologna e la startup Optimist, con il contributo del POR-FESR Emilia Romagna 2014-2020

L’esigenza

La struttura della piattaforma software di I-Tel, non presentando una netta separazione fra i livelli di frontend e backend, rendeva difficile la scrittura di parte del codice, o di nuovi moduli, senza una conoscenza completa dell’intero sistema, impedendo così la prototipazione rapida di nuovi servizi. 

L’obiettivo principale del progetto, quindi, era quello di migrare da una piattaforma monolitica a una modulare e distribuita dove, grazie all’individuazione degli strumenti necessari e a un’adeguata formazione, gli sviluppatori potessero utilizzare al meglio la nuova piattaforma e affrontare in autonomia gli sviluppi successivi.

La collaborazione con il DISI dell’Università di Bologna e con Optimist

Il Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria dell’Università di Bologna, sede di Cesena, ha affiancato gli sviluppatori nell’acquisizione delle competenze necessarie a garantire un approccio alla modularità, permettendo di realizzare una piattaforma robusta, distribuita, scalabile e multitenant che assicurasse una facile intercambiabilità delle parti e sopperisse alla necessità di cambiamenti, sia previsti che imprevisti. La collaborazione ha dato origine a due tesi di laurea e permetterà l’avvio di un bando di ricerca.

I-Tel aveva inoltre la necessità di integrare i propri strumenti di omnicanalità con ulteriori canali di comunicazione, implementando interfacce conversazionali (Voice Bot e Chatbot) e intelligenza artificiale. In tale direzione, si è avvalsa della partnership con Optimist per arricchire l’ecosistema digitale esistente ed erogare servizi sempre più completi, fruibili anche senza presidio umano. 

I risultati

La piattaforma, così reingegnerizzata, permette oggi di rilasciare nuovi prodotti o aggiornamenti in minor tempo e con maggiore frequenza, senza alcuna interruzione di servizio al resto del sistema.

A ciò si unisce una maggiore flessibilità verso le piattaforme utilizzabili per installare i prodotti, con possibilità di far leva su ambienti di virtualizzazione sia privati che pubblici, per una completa adesione alle nuove direttive AGID previste per le Pubbliche Amministrazioni. 

Inoltre, l’ampliamento dei canali di  interazione già presenti (voce, sms, chat, app, social network, video, ecc) con supporti elaborativi su base Machine Learning, ha permesso a I-Tel di posizionare i propri prodotti non solo a un livello tecnologico più elevato, ma anche di migliorare e l’usabilità e la customer satisfaction. In particolare relativamente a  modi, tempi e completezza delle interazioni, pur in assenza di operatore umano.

Tra i nuovi moduli rilasciati dopo la reingegnerizzazione della piattaforma, vi è la soluzione multicanale Sm@rtHealth® Covid-19  per la gestione delle campagne vaccinali.

Grazie a questa soluzione, che prevede strumenti automatici non presidiati e vari canali di interazione (chatbot, voicebot, telefonate automatiche, app, sms, …), è possibile digitalizzare la gestione di numerose attività: l’invio degli inviti alla vaccinazione, la risoluzione di dubbi o richieste di informazioni, la scelta, in autonomia per l’utente, di luogo e ora della somministrazione, il monitoraggio proattivo delle reazioni avverse, la gestione della modulistica, l’elaborazione di statistiche e molto altro.

Oltre a questo, sono stati realizzati ex novo il Core per la fornitura di servizi e necessità comuni a tutti i prodotti I-Tel (scheduling, licensing, invio mail sms e notifiche), e l’Installer per il setup semplificato di nuove installazioni di prodotto.