Timbratura virtuale anche via app con Sm@rtC6 per il Gruppo IREN.


Sm@rtC6: dalla timbratura via telefono alla timbratura via app

Il Gruppo IREN, che utilizza sin dal 2013 il sistema Sm@rtC6 per la rilevazione delle presenze del personale via telefono fisso, ha deciso di ampliare il numero di dipendenti abilitati da 2.000 a 5.000 utenti totali ed inserire le Apps come ulteriore funzionalità di timbratura in mobilità.

Obiettivo dell’upgrade: far fronte ai picchi di timbratura giornaliera

Il sistema di rilevazione presenze acquisito inizialmente era stato dimensionato per prendere in carico fino a 4 chiamate contemporanee.

Oggi tuttavia il servizio rileva oltre 500 timbrature giornaliere, con picchi di traffico in varie fasce orarie. Si è deciso quindi di aumentare le linee telefoniche disponibili e ottimizzare i tempi dedicati alle operazioni di timbratura e alla rilevazione delle presenze. A beneficio sia del dipendente sia dell’azienda stessa,

L’upgrade del sistema è stato collaudato con successo e ogni fenomeno di congestione di traffico (ad esempio a ridosso di uscita e rientro da pranzo) sul sistema di timbratura è stato azzerato.

A breve verrà attivata anche l’ulteriore canalità dell’App, pensata per offrire uno strumento particolarmente semplice ed efficace da utilizzare in mobilità.

I numeri del Gruppo IREN

Il Gruppo IREN è attivo nei settori: energia elettrica, gas, teleriscaldamento, servizio idrico integrato e ambiente.

Fornisce inoltre altri servizi di pubblica utilità (illuminazione pubblica, servizi semaforici, facility management).

Il Gruppo opera in un bacino multiregionale di oltre 7.000.000 abitanti, con circa 6.150 dipendenti. 3,1 miliardi di Euro sono i  ricavi nel 2015.

Il portafoglio clienti conta 1,5 milioni di contratti nel settore energetico e più di 4,6 milioni di abitanti serviti nel ciclo idrico e ambientale.

Numeri significativi, per i quali un rendere più efficiente il sistema di rilevazione presenze e timbrature in mobilità si converte in risparmi di sicuro interesse.  Con ricadute positive sulla qualità percepita dei servizi.