Case study Sm@rtAgorà®, IV edizione degli Studi di Polizia Locale.


A Nocera Superiore si è da poco conclusa la  IV edizione degli Studi di Polizia Locale,  promossa dall’Associazione per l’Innovazione organizzativa della Pubblica Amministrazione P.A.sSiamo sui temi della sicurezza urbana, della gestione degli eventi e della tutela ambientale.

Tra i relatori, il Comandante Francesco Delvino del Comune di Cerignola ha tenuto una sessione sulle nuove definizioni di sicurezza urbana (cosa deve fare la Polizia Municipale? Cosa deve fare il Comune?) e illustrato come case study l’esperienza del Comune di Cerignola che ha adottato la piattaforma multicanale unica Sm@rtAgorà® per semplificare la comunicazione Cittadino-Municipalità e realizzare un “Governo Condiviso“.

Nel suo intervento, il Comandante Delvino ha sottolineato l’importanza di un un dialogo fattivo e bidirezionale con la Municipalità, in cui il Cittadino è parte attiva nella tempestiva segnalazione di situazioni che si verificano sul territorio (ad es. guasti, incidenti stradali, problemi in materia di rifiuti, …) e la Municipalità è messa in condizione di intervenire al meglio nelle singole situazioni.

Basata sulla piattaforma multicanale unica Sm@rtAgorà® di I-Tel, la soluzione Cerism@rt del Comune di Cerignola garantisce, in particolare, un canale di comunicazione “a doppio senso di marcia” tra amministrazione e cittadini mediante l’utilizzo dello smartphone. L’obiettivo è quello di costruire una città a misura d’uomo, più snella nelle procedure e nelle segnalazioni. Anche in tema di mobilità.

Il Progetto Cerism@rt, avviato nel 2016, si compone dei 3 seguenti moduli:

Sm@rtCivis: sistema bidirezionale che informa su traffico, viabilità, farmacie di turno, cantieri e dove poter segnalare guasti o situazioni che riguardano i rifiuti, per un governo condiviso tra Municipio e Cittadini.

Sm@rtPark: per pagare il parcheggio via APP tramite localizzazione GPS (anche in modalità “ospite” per i visitatori di passaggio) nonché le sanzioni amministrative (multe), con notevoli risparmi sulle spese di notifica del verbale che il cittadino si vedrà detratte, in aggiunta al risparmio del 30% per pagamenti entro 5 giorni dalla notifica.

Sm@rtYellow: per guidare il titolare del contrassegno disabili allo stallo riservato desiderato. Un sensore a tripla tecnologia ne riconosce l’occupazione da parte dell’avente diritto e segnala via app eventuali abusi alla centrale operativa.


Cerism@rt
, non solo semplifica la vita dei cittadini, anche disabili, ma ottimizza le attività amministrative interne. Grazie all’app e ai sensori posti sul manto stradale, ad esempio, gli eventuali abusi nell’occupazione dello stallo riservato ai disabili o dello stallo a pagamento (strisce blu) sono immediatamente notificati al Comando dei vigili urbani, che potrà pertanto effettuare  interventi mirati.

Dal punto di vista del cittadino, inoltre, il fatto di pagare il parcheggio via app (senza doversi procacciare monete o cedolini) e prolungare la sosta da remoto (senza tornare alla vettura ed esporre il tagliando aggiornato) è una notevole semplificazione. Per non parlare del cittadino disabile che, arrivando in centro città, viene guidato dall’app direttamente al primo stallo libero riservato.

Infine, poter pagare la multa nel momento in cui viene notificata via APPs, permette al cittadino di risparmiare oltre 15 euro di spese di verbale, mentre garantisce all’Amministrazione un incasso immediato e, in generale, procedure più snelle.

 

 

Sul tema dell’occupazione abusiva delle strisce gialle, a cui teniamo molto, segnaliamo la community FB “SoloUnMinuto particolarmente attiva nel vigilare sui comportamenti scorretti e promuovere l’educazione all’inclusione sociale: